primo piano

14/08/2013 - MODIFICATA LA NORMA SUI CERTIFICATI ATTIVITA' LUDICO-SPORTIVE


CERTIFICATI SPORTIVI: Scompare l'obbligo ma i certificati restano
Il Decreto Fare ha di fatto abolito l'obbligo dei certificati ludico motori , ma se da un lato scompare l'obbligatorietà dall'altro non è stato abolito il decreto che li istituisce.
Ovvero se supponiamo una palestra o un centro nonostante il non obbligo richiedano per motivi assicurativi o per motivi di carattere etico un certificato a chi si iscrive o frequenta, il medico dovrà attenersi al decreto Balduzzi per il rilascio tenendo in considerazione le classi di appartenenza A,B,o C a seconda della presenza di patologie o fattori di rischio.
La possibilità di questo non è remota in quanto in regioni come il Piemonte e la Toscana già da tempo l'obbligo di tali certificati è venuto meno per delibere regionali, non influendo minimamente nella percentuale di richieste ai medici di certificazione.
Quindi in caso di richiesta anche in assenza di obbligo occorre  effettuare tali certificazioni attenendosi alla tabella ministeriale per i certificati ludico motori.

Per la certificazione non agonistica (attività parascolastiche , coni ecc.)  è abolito l'obbligo dell'ECG ma demanda al medico (MMG o PLS)  la decisione se effettuarlo o no assieme ad eventuali  accertamenti.
Nulla cambia per i certificati per l'elevato impegno Cardio Vascolare  dove persiste l'obbligo dell'Ecg del test da sforzo la misurazione della pressione e tutti gli esami che  il medico ritenga opportuno in base alla tipologia di attività fisica.
LEGGI L'ARTICOLO


a cura di: FIMMG Potenza


Allegati / Link

ALLEGATO: Emendamento
(Visualizza il File .PDF



[by e-lar] [xhtml / css] RSS
0.005379''